Boosta

Cantante
Boosta Campione del Cuore

Boosta

Cantante
twitter-icon facebook-icon youtube-icon

Biografia

Davide Dileo detto Boosta è nato a Torino nel 1974.

Dopo gli studi di pianoforte al conservatorio e l’esperienza sui palchi iniziata a soli quattordici anni, nel 1996 è co-fondatore dei Subsonica. La band realizza cinque album di studio (tre dischi di platino) e due live di cui uno doppio (centinaia di concerti per un pubblico complessivo di piu’ di mezzo milione di persone) ottenendo una svariata lista di premi tra cui 2 MTV European Awards come Best Italian Act.

Come remixer ha rielaborato le canzoni i artisti italiani (Vasco Rossi, Morgan, Cristina Donà…) e internazionali (Placebo, Beastie Boys, Client, Depeche Mode, Skin, Jackson’s Five…).

La carriera da DJ lo vede dietro la consolle dei migliori club ogni week end dell’anno: da Ibiza a Zurigo passando per le più importanti situazioni elettroniche d’Italia. Ha pubblicato 12” per Mantra Vibes, Ocean Dark, Toast Hawaii, Mute fino ai progetti in divenire per Stereo7 e altre.

Due i progetti musicali paralleli fino a questo momento: Iconoclash (Sony) nel 2004, la rivisitazione in chiave elettronica dei classici del glitter pop italiano degli anni ’80 e Caesar Palace (Universal), rock album del trio formato insieme a due componenti dei Linea77. Boosta ha inoltre partecipato a Paris Dernier, compilation di cover, con “Fly me to the Moon” di Frank Sinatra, presente anche nel Best al secondo posto in compagnia di Joey Ramone.

L’attività di scrittore è in continuo movimento. La raccolta di racconti brevi “Dianablu” ha avuto come seguito il serratissimo romanzo “Un’ora e mezza” (2 edizioni e da cui verrà realizzato un film). Un terzo romanzo è in fase di lavorazione e prossima l’apertura di ADD, una casa editrice che si occuperà di saggistica contemporanea con nomi di altissimo profilo.

A novembre 2007, inizia a collaborare con la rivista di musica XL/Repubblica di cui cura la rubrica mensile di chiusura.

Nell’autunno del 2008 inizia anche la collaborazione con il quotidiano “La Stampa”. L’attività di scrittura lo porta alla sceneggiatura e regia del documentario “Surfin’ Torino”, prodotto da Rai Cinema.

Per quello che riguarda il mondo della radio nel 2009 dalle 19 alle 20 su m2o è andato in onda “L’Alfabeto degli assassini”. Storie verosimili di crimini realmente avvenuti, narrate da Boosta in prima persona tra rock ed elettronica con lunghe parti di narrato scritto appositamente per le puntate, il progetto diventerà un libro. Da quest’anno (2010) è al timone insieme a Benedetta Mazzini del pomeriggio di Rai Radio 2 con il programma “Coppia Aperta” in onda sabato e domenica alle 17.00.

In televisione, a febbraio 2009 Boosta inzia l’avventura alla guida della nuova stagione di “25a Ora Il Cinema Espanso”, il programma di culto per gli amanti del cinema, ogni venerdì e sabato all’1.30 circa su La7.

Come autore ha inoltre realizzato uno dei brani (“Non ti voglio più”) dell’ultimo album di Mina “Facile” uscito a novembre 2009, il pezzo “The Last Icon” scritto insieme a Skin e diffuso solo sul web, “Veronika” sull’ultimo lavoro di Tricky e un inedito insieme alla stessa Veronika e Photek per la colonna sonora del prossimo C.S.I.

Allo stato attuale delle cose è pronta una collaborazione con il trio del Club Dogo per l’Italia ed una con Andrea Bertolini (Bugtronics) per l’Europa ed il versante elettronico.

Nel 2010 diventa direttore artistico di “Bookstock”, lo spazio dedicato dal Salone del Libro di Torino dedicato ai ragazzi.